Spesso capita che si butti la confezione o che il codice sul guscio non sia ben leggibile, non vi ricordate se le uova sono ancora commestibili, ecco una serie di trucchi per verificare.

Prima è meglio specificare le regole generali, l’uovo ha una durata di 28 giorni dal momento della deposizione. Nella pratica, meglio tentare di mangiarle nel giro di 15-20 giorni, per preservarne al massimo le proprietà organolettiche.

Molti produttori aggiungono, oltre al codice stabilito per legge, anche la data di deposizione. Con queste informazioni si hanno generalmente tutti gli elementi per capire se le uova sono ancora buone o meno.
Se la confezione è stata buttata oppure abbiamo comprato le uova dal contadino? Ecco come capire se le uova sono fresche con dei semplici trucchi.

La prova del galleggiamento:
È un modo attendibile per verificare bontà e freschezza delle uova, basterà immergerle in una ciotola contente acqua. Se affonda e rimane sul fondo è freschissimo e può essere consumato anche crudo o con il tuorlo morbido. Se inizia a sollevarsi, mettendosi in piedi meglio cuocerlo bene, se, invece, galleggia meglio evitare di usarlo.
Questo perché più un uovo è vecchio, più aria è entrata all’interno grazie al guscio poroso, pertanto galleggerà più facilmente.

Invece, come capire se le uova sono fresche una volta aperte?
Basterà osservare tuorlo e albume per capire se sono ancora commestibili o meno. Più il tuorlo è compatto e bombato, più simile possibile a una cupola, più sarà fresco. L’albume, invece, deve essere denso, viscoso, ben attaccato al tuorlo e trasparente in questo caso. Con il passare dei giorni, l’albume si fluidifica sempre più e il tuorlo si appiattisce: l’uovo può ancora essere consumato, ma va cotto bene. Non fatevi ingannare dal colore del tuorlo, poiché dipende esclusivamente da ciò che ha mangiato la gallina.

C’è ancora la tecnica della speratura, dove l’uovo va osservato controluce: più l’uovo è fresco, meno aria conterrà all’interno. Osservato contro la luce di una lampadina, quindi, la camera d’aria deve essere il più piccola possibile e l’ombreggiatura, quindi, estesa per tutta la superficie.
Come ultima c’è la tecnica della mobilità dell’uovo, basta scuoterlo vicino all’orecchio, se non si sente nessun movimento è un ottimo segno, perché l’albume è ancora ben denso e attutisce il rumore, viceversa si sentirà il rumore del tuorlo contro il guscio.

Fonte: https://www.lacucinaitaliana.it/news/salute-e-nutrizione/come-capire-se-le-uova-sono-fresche